ATTI SONORI

20 gennaio, ore 21

4th GUSTAV MAHLER

la quarta sinfonia arrangiata per orchestra da camera

Questa sinfonia per voce e orchestra di Gustav Mahler è un capolavoro assoluto del primo Novecento. Composta fra il 1899 ed il 1901 (anche se il lied del quarto movimento per soprano fu scritto nel 1892), verrà eseguita in una trascrizione per orchestra da camera che, partendo da quella del 1921 di Erwin Stein (1885-1958), allievo di Arnold Schönberg, è diventata una versione del tutto originale con un’orchestrazione nuova.
A dare voce al canto degli angeli sarà Arianna Rinaldi.
La Sinfonia n. 4 in sol maggiore è quella che completa il gruppo delle tre cosiddette Wunderhornsymphonie (Sinfonie del Corno Magico), sinfonie cioè che si possono considerare formate da movimenti strumentali e vocali nei quali i testi sono per lo più ispirati alla raccolta di poesie popolari tedesche di Arnim e Brentano Des Knaben Wunderhorn (Il corno magico del fanciullo), in cui protagonista è un mondo mitico un po’ fiabesco, infantile e contadino, un piccolo paradiso terrestre perduto. La Quarta è il suggello di quel mondo e nel suo quarto movimento si inserisce un magnifico canto degli angeli inneggiante alla vita in paradiso.
In Das himmlische Leben (La vita celestiale), infatti viene descritta con occhi infantili come una sorta di luogo paradisiaco, nel quale si beve vino a volontà, si mangiano asparagi e fagioli, i santi sono intenti a macellare gli animali e a cucinare.

 È una visione ironica e grottesca, nella quale si mescola una smaliziata interpretazione dei dogmi del cattolicesimo (San Giovanni che macella l'agnello, simbolo di Cristo) e la tragedia della morte per fame dei bambini, che abbandonano senza rimpianti la vita terrena per essere felici in quella celeste.
Ecco alcuni versi: «Noi godiamo i piaceri del cielo, perciò fuggiamo le cose terrene. Il tumulto mondano non s’ode nel cielo! Vive ogni cosa nella quiete più soave. Noi conduciamo una vita angelica, e tuttavia siamo anche molto allegri; balliamo e saltiamo, saltelliamo e cantiamo. San Pietro in cielo ci sta a guardare, San Giovanni lascia andare l’agnellino, ed Erode, il macellaio, sta spiando...».

ORCHESTRA DEL BARACCANO

direttore Giambattista Giocoli

voce Arianna Rinaldi

Federico Parravicini e Sophie Chang violino

Aldo Maria Zangheri viola | Enrico Ferri  violoncello

Michele Valentini contrabbasso | Alessia Dall’Asta flauti Alessio Gentilini oboe e corno inglese |

Marco Ignoti clarinetti | Luca Piovesan fisarmonica

Alice Caradente arpa | Simone Beneventi marimba Gabriele Genta e Nicolò Tomasello percussioni

PROGRAMMA

Bedächtig, Nicht eilen, recht gemächlich

Riflessivo, non affrettato, molto comodo
 

Im gemächlicher Bewegung

Con movimento tranquillo, senza fretta
 

Ruhevoll

Calmo
 

Sehr behaglich “Das himmlische Leben”

Molto comodamente “La vita celeste”

per soprano solo da “Des Knaben Wunderhorn”

Biglietto 20€ (intero)  15€ (ridotto)

L'ORCHESTRA
L'Orchestra del Baraccano nasce all'interno delle attività del Piccolo Teatro del Baraccano di Bologna, dove viene realizzato il progetto di produzione e ricerca di teatro musicale ATTI SONORI.

L'Orchestra è stata fondata nel 2013 ed è diretta dal suo direttore artistico Giambattista Giocoli.
All’interno di ATTI SONORI ha prodotto vari progetti di teatro musicale sia 
autonomamente sia in coproduzione e collaborazione con il Teatro Comunale di Bologna e la BSMT productions di Bologna.

Nel 2013 ha realizzato il musical A Little Night Music; nel 2014 Sweeney Todd di Stephen Sondheim e Histoire du Soldat di Igor Stravinskij. Nel 2015 All’Opera!, sinfonie, intermezzi e ouverture dell’Opera lirica italiana. Nel 2016 la 4th Gustav Mahler, la quarta sinfonia di Mahler, arrangiata per orchestra da camera.

Nel 2017 i progetti in programma sono: Popular songs, con solista Cristina Zavalloni e un nuovo Histoire du soldat con la voce recitante di Ivano Marescotti.

La vocazione dell'Orchestra è quella di specializzarsi nella produzione di teatro musicale e opera lirica da camera.
 

GIAMBATTISTA GIOCOLI
Clarinettista e direttore d’orchestra, nato nel 1976, inizia gli studi di clarinetto con Vincenzo Perrone al Conservatorio di Matera, diplomandosi poi al Conservatorio di Bologna con il M° Enrico Quarenghi.

Si esibisce come solista accompagnato da orchestre, tra le quali ricordiamo l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna (concerto di Copland, 1998).

Ha effettuato registrazioni per Radio dell’Emilia- Romagna, della Lucania e per la RAI- Radio Tre nazionale, per RAISAT e su Internet, per il canale pay tv CLASSICA e per la televisione giapponese Fuji Television network. Tra le incisioni su CD ricordiamo una monografia su Giacinto Scelsi, diversi lavori del Novecento storico e prime assolute di autori contemporanei, ed un’incisione per la Deutsche Grammophon con Placido Domingo.

Ha avuto una formazione eclettica che gli ha permesso di esibirsi utilizzando tutti i componenti della famiglia dei clarinetti, dal piccolo in Mib al clarinetto basso, al corno di bassetto nel Requiem di Mozart, trasmesso in mondovisione e su RAI TRE italiana nel 2000.

Ha studiato con Gaspare Tirincanti, specializzandosi nel repertorio contemporaneo per clarinetti soli. Ha collaborato, come clarinetto basso, clarinetto piccolo solista e clarinetto di fila, nelle stagioni liriche e sinfoniche di diverse orchestre tra le quali ricordiamo l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna con la quale ha collaborato regolarmente per 10 anni.

Ha collaborato con l’Ensemble di Musica Contemporanea FontanaMIX, con il quale ha tenuto laboratori di musica contemporanea presso il DAMS dell’Università di Bologna, e con l’ensemble Sentieri Selvaggi di Milano, con il quale si è esibito a Belgrado ed in Uzbechistan.

Si è perfezionato a Siena presso l’Accademia Chigiana con Antony Pay e con Alessandro Carbonare all’Accademia dell’Emilia- Romagna AFOS.

Tra i Festival Internazionali più importanti a cui ha partecipato ricordiamo Bologna Festival, Nuove Consonanze di Roma, Angelica Festival, Milano Musica e il Festival Mozartiano di Rovereto.

Nel giugno del 2002 e 2006 ha effettuato una tournée in Giappone con l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, diretta dai maestri Daniele Gatti e Friederich Haider.

In duo con pianoforte è premiato in diversi concorsi musicali fra i quali ricordiamo quello di Viareggio 2003 e Festival delle Arti 2003 di Bologna.

E’ direttore artistico di diverse rassegne musicali nel territorio bolognese, tra cui la rassegna di teatro musicale ATTI SONORI.

Nel 2013 debutta come direttore d'orchestra nella produzione del musical di S. Sondheim A Little Night Music, ricevendo consenso di critica e di pubblico. Nello stesso anno fonda l'Orchestra del Baraccano.

Nel 2014 dirige L'Histoire du Soldat di I. Stravinskij e il musical più noto e impegnativo di Sondheim Sweeney Todd.

Nel 2015 produce il progetto su intermezzi e sinfonie d'opera All’Opera!. A dicembre 2015 debutta alla guida dell'Orchestra Toscanini di Parma.

Nel 2016 oltre a portare in tournée i progetti finora prodotti, debutta con il progetto della 4th Gustav Mahler e nel programma Popular songs, concerto di canzoni colte popolari, con la voce di Cristina Zavalloni e l’arpa di Davide Burani.

Nel 2017 continuerà la sua collaborazione con la Toscanini di Parma e debutterà alla direzione dell'Orchestra Sinfonica Rossini di Pesaro in una piccola tournèe in Italia. 

ARIANNA RINALDI
 

Inizia il proprio percorso musicale a 13 anni cantando nel Coro di Voci Bianche del Teatro Comunale di Bologna sotto la guida del M° Silvia Rossi; partecipa a varie produzioni operistiche e concertistiche come corista e come solista, ma soprattutto si innamora del teatro musicale. A 24 anni si diploma in Canto Lirico sotto la guida di Nemi Bertagni al Conservatorio A. Boito di Parma e a 27 anni si laurea con lode e menzione d'onore in Musica Vocale da Camera al Conservatorio G. B. Pergolesi di Fermo con Elisabetta Lombardi. Si perfeziona con docenti quali E. Mathis, E. Moser, R. Bruson, D. Baldwin, e nel 2013 vince l’ammissione a Bruxelles all'Internationale Lied Masterclass tenuto da C. Stotijn.

Ottiene premi e riconoscimenti a importanti concorsi internazionali: nel 2015, secondo Premio e Premio Speciale miglior interpretazione cameristica al Concorso Internazionale "A. Burzi" di Pesaro; nel 2012 finalista nelle sezioni Lirica e Musica Vocale da Camera al Lauri Volpi; premio Miglior Giovane al Concorso Lirico Città di Basciano dello stesso anno; nel 2010 Premio Speciale Giovani Talenti al Giulio Neri di Torrita di Siena; Primo Premio al Giuseppina Cobelli di Brescia in duo con Lorenzo Orlandi; nella stessa occasione anche i premi Miglior Duo, Premio Giovani e Premio Speciale Radio Classica-Class Editori.

Il suo vasto repertorio di musica vocale da camera spazia dal '700 ai giorni nostri.

Collabora stabilmente con il pianista Lorenzo Orlandi nella formazione ARLO DUO; con la pianista Eleonora Beddini; con l'Ensemble Concordanze. Ha cantato la IV Sinfonia di Mahler con l’Ensemble dell’Orchestra Filarmonica Toscanini diretta da Michele Mariotti, lo Stabat Mater di Pergolesi con l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, diretta da Giuseppe La Malfa. Nel 2014 ha debuttato la VI Blumenmädchen nel Parsifal wagneriano al Teatro Comunale di Bologna, direttore Roberto Abbado. Con LTL opera-studio ha debuttato Nicklausse ne Les Contes d’Hoffmann di J. Offenbach nei Teatri di Pisa, Livorno, Lucca e Novara. Nell’aprile 2015 ha cantato nuovamente al Teatro Comunale di Bologna nel ruolo di Pastuchyna in Jenufa di Janacek.

Vincitrice del ruolo nell'opera studio Silvio Varviso, ad agosto ha debuttato Cherubino nella manifestazione del Ticino Festival. Nel 2016 ha affrontato il repertorio barocco con i maestri Gloria Banditelli e Michele Vannelli e ha debuttato con Nerone ne L’Incoronazione di Poppea.

© 2023 by THEATER COMPANY. Proudly created with Wix.com
 

  • w-facebook
  • Twitter Clean
  • White Google+ Icon