aida concerto
riduzione per ensemble

WEBAida_locandina.jpg

Aida, il capolavoro di Giuseppe Verdi che debuttò al Cairo nel 1871 e a Milano l’anno successivo, fu commissionata a Verdi per celebrare l’apertura del Canale di Suez.

Per quest’Opera è stata creata una versione inedita ed originale per una piccola orchestra di 10 musicisti "a parti reali", per una durata di circa 80 minuti.

Una riduzione e arrangiamento che cercheranno, pur senza i cantanti, di restituire la potenza drammaturgia e sinfonica di quest’Opera e di far arrivare la sua profonda intimità di sentimenti e musicalità, oltre ai momenti maestosi e grandiosi ispirati dalla magnificenza della civiltà egizia.

Contrariamente alla tradizione predominante, che l’ha resa famosa principalmente per lo sfarzo delle scenografie, si vuole presentare qui una lettura innovativa, incentrata sulla profonda intimità di sentimenti e riflessioni sulle dinamiche sociali. 

Il concerto rientra nel progetto "VoltONE, Orchestra Need Experience. Il benessere del suono nelle dinamiche attive di comunità", progetto finanziato dall'Unione Europa - Fondi Strutturali e di Investimento Europei | Programma Operativo Città Metropolitana 2014-2020.

Questo primo studio di AIDA sarà il nucleo centrale da cui si irradieranno tutte le altre attività del progetto VoltONE, in essa saranno presentati infatti i materiali, spunto ed ispirazione delle attività connesse.

Il risultato finale vedrà il loro coinvolgimento nel contesto del Festival dei Portici.

AIDA concerto

riduzione per ensemble 

 musiche di GIUSEPPE VERDI

 

Preludio

Atto I - Celeste Aida - Terzetto

Atto I - Su del Nilo - Scena Aida

Atto I - Consacrazione - Finale I

Atto II - Introduzione - Danza e Duetto 

Atto II - Marcia Trionfale - Gran Finale 

Atto III - Intro - Romanza - Aria Aida

Atto III - Duetto Aida Radames - Finale

Atto IV - Aria Amneris

Atto IV - Duetto Aida Radames - Finale ultimo

press to zoom
press to zoom

ORCHESTRA DEL BARACCANO
direttore Giambattista Giocoli

Alessandro Di Marco violino

Francesco Maria Parazzoli violoncello

Fabio Fabbrizzi flauto e ottavino
Ivàn Villar Sanz clarinetto

Andrea Coruzzi fisarmonica
Alice Caradente arpa

Fabio Codeluppi tromba

Valentino Spaggiari trombone

Gianluigi Paganelli basso tuba

Simone Beneventi percussioni

arrangiamenti Fabio Codeluppi

riduzioni Giambattista Giocoli